Leggo tantissimi blog internazionali, e l'intento di questa categoria è quella di veicolare le notizie a mio parere più interessanti, commentandole.

23 Ott 2018

Adobe e Twilio: acquisizioni miliardarie nell'email marketing

Ricorderete che poco prima dell'estate Campaign Monitor, Delivra ed Emma si sono fuse, dando origine probabilmente alla prima fusione di prodotti similari/concorrenti nel settore dell'email marketing mondiale.

Oggi vi riportiamo, invece, due straordinarie acquisizioni miliardarie nel mondo del marketing digitale, avvenute nell'ultimo mese:

Acquisizioni di SendGrid e Marketo

Adobe ha confermato il tentativo di acquisire Marketo per 4,75 miliardi di dollari, mentre Twilio ha confermato la volontà di acquisire SendGrid per un controvalore di 2 miliardi di dollari in azioni.

05 Ott 2018

Inbox by Gmail chiude a Marzo 2019

Sono passati alcuni mesi da quando Gmail ha aggiornato, dopo tanti anni, la sua interfaccia, introducendo anche alcune nuove funzionalità che prima rendevano unico l'altro progetto di Google: Inbox by Gmail.

Ora che la nuova versione di Gmail risulta stabile e "consegnata" a tutti gli utenti, Google ha annunciato che Inbox by Gmail non ha più motivo di esistere visto che le sue caratteristiche principali oggi sono disponibili direttamente sul nuovo Gmail.

Inbox by Gmail => Gmail

26 Giu 2018

Campaign Monitor, Emma e Delivra si fondono

È notizia di questi giorni la fusione di tre realtà consolidate del mondo dell'email marketing.

Campaign Monitor, servizio molto conosciuto anche in Italia, raggrupperà sotto il suo brand anche Emma e Delivra.

campaign

Lo scopo della fusione è quella di offrire un ventaglio di servizi adatti ad ogni tipo di business. Il nuovo CEO del gruppo Campaign Monitor sarà Wellford Dillard, già CEO di Emma nell'ultimo anno. A quanto pare gli headquarter del neonato gruppo verranno ospitati a Nashville, presso gli uffici di Emma, preferiti alla sede statunitense di Campaign Monitor a San Francisco.

19 Apr 2018

Ecco come sarà la nuova versione web di Gmail

La scorsa settimana si sono diffuse diverse indiscrezioni relativamente ad un imminente restyling della versione web di Gmail.

Nel corso degli anni Gmail (stiamo sempre parlando della versione web) ha subito davvero pochissimi interventi di restyling, dunque, dopo l'aggiornamento di Calendar, anche lui diventato un vero "dinosauro" del web, c'era da aspettarsi che sarebbe giunta l'ora di una "rinfrescata" anche per la celeberrima casella di posta marchiata Google.

Nei fatti Gmail è diventato leader mondiale per le freemail e anche la versione aziendale (cuore di Gsuite) è scelta da sempre più realtà, anche in Italia: il processo di aggiornamento di uno strumento utilizzato da centinaia di milioni di utenti ogni giorno (Google dichiara 1.2 miliardi di utenti) è estremamente delicato, per questo non ci meraviglia che ci abbia messo tanto tempo ad arrivare.

Gli screeshot e le indiscrezioni circolate ci parlano di un restyling non semplicemente grafico, ma dell'introduzione di una serie di strumenti e integrazioni che potrebbero cambiare in maniera piuttosto significativa il nostro approccio all'email. 

Gmail01

15 Feb 2018

Gmail supporterà AMP: una nuova era per le email interattive?

In questi giorni si sta tenendo ad Amsterdam la AMPConf, evento completamente dedicato allo "standard" AMP (Accelerated Mobile Pages), lanciato nel 2015 con l'intenzione di fornire uno strumento smart agli sviluppatori web, con il quale fosse semplice creare interfacce mobile per i siti.

Il progetto AMP ha i suoi estimatori e, nonostante non abbia avuto l'esplosione sperata, continua a procedere per la sua strada, tanto che Google ha annunciato, all'interno dell'evento che entro l'anno Gmail supporterà un subset di AMP, ribattezzato AMP4Email.

Da un certo punto di vista il progetto potrebbe avere potenzialità addirittura più ambiziose di quelle del suo fratello maggiore: stiamo parlando di portare interazione e contenuti dinamici in un ambito ancora sostanzialmente fermo alle tabelle html, con supporto limitato dei CSS e dunque pienamente statico. Ma sarà tutto oro quel che luccica?

08 Nov 2017

Movimenti nel mondo antispam: Proofpoint acquisisce Cloudmark

Qualche giorno fa Proofpoint, azienda specializzata nella cybersicurezza aziendale, ha annunciato di aver concluso un accordo per l'acquisizione di Cloudmark, per un valore totale di 110 milioni di dollari.

Abbiamo già parlato di Cloudmark su queste pagine: il suo core business riguarda la produzione di filtri antispam (sia email, sia sms) condivisi, e ha come cliente tipo i grandi ISP.

proofcloudmark

In Italia i filtri di Cloudmark sono utilizzati da Libero, Tiscali, Register, Aruba e Fastwebnet.

L'acquisizione apre scenari di integrazione fra le piattaforme, in particolare Proofpoint ha dichiarato che il Global Threat Network di Cloudmark sarà integrato nel servizio Nexus, usato per la loro suite di sicurezza per email, social media e SaaS.

11 Apr 2017

MailerMailer acquisito da J2 Global, confluirà in Campaigner

MailerMailer, storico player statunitende dell'email marketing, attivo fin dal 2001, ha dato ieri la notizia dell'acquisizione dell'azienda da parte del gruppo J2 Global.

J2 Global è un gruppo internazionale che detiene una serie di brand e strumenti digitali, da eFax, che si occupa dell'invio di fax via rete a KeepItSafe, servizio di online backup.

Uno dei brand di proprietà di J2 Global è Campaigner, ESP canadese, con un profilo piuttosto alto, completo di strumenti di integrazione e automazione ed un pricing basato sul numero di contatti presenti nella lista. 

Mailer Mailer

22 Mar 2016

Kevin Rose, i social e il ritorno alla newsletter

Twitter compie dieci anni e sente un po' di affanno, Google+ dopo aver cambiato pelle almeno un paio di volte, al momento sonnecchia ozioso in un angolino del nostro telefono. Decine di altri progetti, fortemente basati sull'approccio sociale del cosidetto Web 2.0, nel corso di questi ultimi anni sono semplicemente spariti, lasciando spazio al trend del momento, quello delle applicazioni di messaggistica istantanea.

The Journal

Fra i grandi progetti social che hanno "segnato" la rete in questi anni, Digg merita sicuramente una menzione: creato nel 2004 dall'allora ventisettenne Kevin Rose, Digg nasce come strumento di social bookmarking
Sostanzialmente tramite il proprio profilo Digg si raccolgono link e lo stesso Digg, attraverso un sistema di rating sociale, li promuove e li aggrega, creando contenitori tematici di notizie, teoricamente altamente rilevanti. Come capita sempre, all'avvento di Digg, sono corrisposti proclami sulla morte delle newsletter e dell'email marketing, considerati vestigia di un passato glorioso.

09 Mar 2016

Mandrill diventa un plugin a pagamento di Mailchimp

È notizia di qualche settimana fa il cambiamento strategico da parte di Mailchimp riguardo a Mandrill, il proprio sistema per l'invio di email transazionali: dal 23 di aprile Mandrill cesserà di essere un prodotto standalone e diventerà un plugin disponibile per account a pagamento di Mailchimp.

Mandrill Mailchimp

In sostanza chi vorrà continuare ad utilizzare i servizi transazionali di Mandrill - per cui la gestione dell'invio e della relativa reportistica delle proprie email di iscrizione, notifica, ricezione ordine, tracking etc. etc. - dovrà per forza sottoscrivere un piano Mailchimp a pagamento. Lanciato nel 2012, Mandrill rappresenta comunque un "inseguitore" nel campo delle email one to one: il leader di mercato rimane Sendgrid, comunque, soprattutto grazie alla notorietà di Mailchimp, Mandrill ha saputo in breve tempo ritagliarsi una cospicua fetta di mercato e ad oggi dichiara 800.000 utenti, per un volume di affari di 12 milioni di dollari.

25 Gen 2016

Constant Contact venduto per 1.100 milioni di dollari

Constant Contact ha dato l'annuncio ufficiale di acquisizione da parte del gigante dell'hosting statunitense Endurance International.

L'annuncio è stato dato dopo che l'assemblea degli azionisti di Constant Contact ha dato il via libera, a stragrande maggioranza, all'operazione di acquisizione per 32$ ad azione, per un'operazione che è stimabile attorno ai 1.100 milioni di dollari.

constant contact

Nel piano dell'operazione è prevista anche l'uscita dell'attuale CEO e fondatrice Gail Goodman, con un compenso di 7.5 milioni di dollari.