05 Ott 2009

Gmail prova la posta "sponsorizzata"

Sabato è apparsa su Techcrunch una notizia sull'introduzione delle favicon nella lista messaggi a fianco di alcuni messaggi di NetFlix, intitolata Gmail now with favicons.

Nell'articolo, MG Siegler, nota come l'iconcina, che siamo abituati a vedere nel browser a fianco del nome del sito che stiamo visitando, dia molto risalto alle email di Netflix, che per ora sembrano le uniche coinvolte da questa funzionalità. L'autore si preoccupa inotre di cosa potrebbe succedere appena gli spammer scopriranno come inserire tali icone.

Incuriosito dalle stesse domande ho fatto alcune ricerche trovando la risposta direttamente da google: Sponsored mail with enhanced content

If you're subscribed to receive email from certain senders, the messages you receive from them will be enhanced with an interactive gadget that has up-to-date content from their website (you'll also see an icon in your inbox identifying these messages).

Da questa risposta appare quindi chiaro che c'è molto di più di una semplice iconcina: la favicon, infatti, serve solo a segnalare che quella mail contiene un contenuto "arricchito" grazie ad un gadget interattivo.

La risposta prosegue poi con un esempio piuttosto esplicativo:

For example, if you receive a Pregnancy Bulletin newsletter from Babycenter, you'll be able to view up-to-date content, including the baby name of the day, and browse though the current top 100 baby names within the message. Aside from the convenience of being able to interact with certain websites from inside Gmail, the branded content will help identify that your messages are legitimate and not spoofed (we'll only show branded content when the sender authenticates their mail). We're currently testing this with a small number of senders and will decide whether to make it widely available based on user and partner feedback.

Questo conferma quindi che si tratta di una funzione che per ora è in test con alcuni partner selezionati. Il funzionamento, per quello che riguarda in particolare Netflix, è meglio descritto su Google Operating System, un blog non ufficiale sulle tecnologie di bigG.

In questo caso, infatti, gmail inserisce un gadget interattivo che permette di interagire con i suggerimenti personalizzati di nuovi film senza uscire dalla propria webmail.

La risposta di google termina rassicurandoci che potremo sceglie velocemente di non lasciare che google personalizzi le email di un determinato mittente (facendo intendere, quindi, che si tratterà di un opt-out). Non è chiaro al momento se Netflix abbia un accordo commerciale e se la funzionalità sarà "pubblicata" tramite API o piuttosto un canale molto "elitario" tramite il quale google pensa di monetizzare meglio Gmail rispetto alle pubblicità AdSense.

In qualunque caso, se l'esperimento avrà un seguito sarà molto interessante vedere se vi saranno adeguamenti similari da parte degli altri player.

Certo che se questo tipo di integrazione avvenisse a pagamento allora potremmo anche cominciare a capire come mai Gmail cerchi di limitare l'uso degli stili CSS: vuoi inviare una newsletter più accattivante e interattiva? Paga. Ci sono stati molteplici sostenitore dell'invio email a pagamento come metodo per rendere più sostenibile la posta elettronica, ma hanno sempre fallito: Google avrà deciso di testare il mercato in tal senso? Troppo presto per parlarne.

Per ora, il fatto che la favicon mostrata da Gmail sia presente a questo url http://www.gstatic.com/mail/partners/netflix.com-e329490b/icon2.png che include la parola "partners" mi rende un po' scettico sull'apertura del sistema.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.