27 Ott 2009

Yahoo sei tu! chi può darti di più?

Yahoo it's You!"Yahoo it's Y!ou". E' così che finisce il video di una delle ultime campagne promozionali di Yahoo.

Da vari mesi Yahoo sta lavorando, per ora solo sulla versione internazionale, per rendere più sociale l'esperienza dei propri utenti.

Rispetto a Tiscali, però, l'approccio è opposto: anzichè "semplicemente" agevolare la condivisione di email sui social media esistenti per Yahoo rendere sociale l'email significa implementare molte delle funzionalità di Facebook proprio all'interno del suo portale, ed in primis, all'interno della webmail.

E così ora nella pagina di accesso alla posta vedremo gli aggiornamenti delle persone "importanti", quelle cioè che abbiamo selezionato dalla rubrica come parte del nostro network, o, in termini Facebook, i nostri amici.

Sezione "updates" di Yahoo Mail

L'integrazione sugli aggiornamenti per ora è molto similare a quella di FriendFeed, dove quindi per i contatti (connections) possiamo vedere le loro attività su flickr, picasa, youtube, vari siti di blog, twitter e altri:

Oltre a raggruppare gli aggiornamenti direttamente nella sua Webmail, Yahoo permette ora anche l'integrazione con applicazioni di terzi che possono aggiungere funzionalità alla Webmail stessa.

Così ad esempio è possibile, tramite l'applicazione Flickr, inviare alcune foto della propria collezione flickr via email con pochi clic:

Per ora lascio alla vostra immaginazione cosa facciano le applicazioni esistenti mettendo, qui a fianco, un piccolo screenshot con i loro nomi e le loro icone.

Rimanendo in tema di integrazione anche Hotmail ha da pochi mesi integrato la visualizzazione degli aggiornamenti della propria rete di contatti (in questo caso la rete di amici è la stessa di Messenger), ma per la webmail di Microsoft per ora l'integrazione si limita all'aggregazione.

L'interpretazione sociale dell'email di Yahoo e quella di Tiscali, quindi, è profondamente differente. La cosa comune è l'attenzione al mondo "social". Sarà la paura che i social media possano uccidere l'email o piuttosto la centralità dell'email è talmente forte nella comunicazione online che gli utenti hanno sentito il bisogno di poter interagire con la propria rete direttamente dal loro punto di accesso a internet (la webmail)?

Sempre nel corso del 2009, abbiamo visto, che MySpace ha invece seguito la strada opposta aggiungendo il servizio di posta elettronica via web per tutti i suoi utenti.

Che ne pensate? Sarà l'email ad adeguarsi ai social network o viceversa? Oppure rimarranno due cose distinte?

 

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.