03 Ott 2009

SuperTool di MxToolBox: il coltellino svizzero dei postini.

MxToolBoxMxToolBox, sito noto per il suo servizio di lookup delle blacklist, ha recentevemente rinnovato il proprio sito web, aggiungendo alcuni nuovi servizi e raggruppandoli sotto un unico strumento chiamato SuperTool.

Con una semplicissima "ricerca" possiamo effettuare numerose verifiche su un determinato IP o hostname, senza dover ricorrere a decine di servizi differenti. Ecco un elenco dei "comandi" utilizzabili nel SuperTool:

comando spiegazione
blacklist: Controlla la presenza di un IP o un hostname in oltre 400 blacklist
smtp: Verifica il server di posta (porta 25)
mx: Recupera i record MX del dominio dal DNS
a: Fornisce l'IP relativo all'hostname
spf: Recupera i record SPF del dominio
txt: Recupera i record TXT del dominio
ptr: Recupera i record PTR per l'IP
cname: Recupera i record CNAME dell'hostname
scan: Effetua un port scan dell'host Nuovo!
whois: Recupera dal whois le informazioni di registrazione di un dominio Nuovo!
arin: Recupera le informazioni di registrazione di un IP dal registro dell'ARIN Nuovo! (*)
altri servizi che verranno attivati a breve
http: Get web page at URL
https: Get web page at URL using SSL encryption
ping: Perform a standard ICMP ping
trace: Perform a standard ICMP trace route

(*) Da notare che la ricerca arin: non è molto utile per gli IP europeri in quanto ritorna sempre il blocco di IP assegnato al RIPE senza effettuare la ricerca sul database di quest'ultimo.

Registrandosi è possibile, in maniera totalmente gratuita, tenere sotto controllo un IP. MxToolBox avviserà, via email o messaggeria istantanea, l'eventuale inserimento in una blacklist o il fatto che il server non sia raggiungibile per oltre 15 minuti. Per chi necessita di monitorare più di un server/IP, invece, il servizio diventa a pagamento (10$ al mese per IP).

Per quello che riguarda la reputazione, invece, siamo ancora costretti a verificare manualmente i servizi principali.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.