22 Dic 2015

L'anno di Email Marketing Blog

L'anno volge al termine ed è tempo, come sempre, di bilanci piccoli e grandi.

Per Email Marketing Blog il 2015 è stato un anno intenso, fatto di piccole e grandi novità: per la prima volta dalla nascita, la redazione si è allargata, e il blog è diventato a tutti gli effetti "collettivo". Questo allargamento è corrisposto ad un rinnovato slancio:  nel corso dell'anno abbiamo scritto 22 post.

L'anno di Email Marketing Blog

I temi principali toccati quest'anno sono stati sicuramente quelli riguardanti deliverability e antispam, da sempre questioni al centro delle preoccupazioni di chi si occupa professionalmente di Email Marketing. La visione che abbiamo cercato di dare non è quella meramente tecnica, piuttosto quella rivolta a capire quali siano le buone pratiche che possono aiutarci a "scansare" i problemi derivanti dalla continua evoluzione dei filtri e delle politiche AntiSpam ad opera dei vari provider.

24 Nov 2015

Spam, Consenso e Rilevanza - Email Marketing in tre parole

Cosa si intende per SPAM

Parlando di email, con il termine SPAM si indica genericamente una comunicazione massiva di tipo promozionale non richiesta dal proprietario della casella di posta.

Spam e Consenso

L’aumento esponenziale di questo tipo di traffico promozionale con il diffondersi della connettività internet ha portato sia i fornitori di servizio email, sia i governi a correre ai ripari per tutelare i propri clienti e i propri cittadini.
Chi invia comunicazioni commerciali ai propri clienti deve dunque stare attento a due aspetti fondamentali:

11 Nov 2015

Le email generiche e i filtri Antispam

Esistono due tipi di indirizzi email: gli indirizzi personali, afferibili ad una singola persona, che siano aziendali o meno, e quelli “di ruolo” o “generici”, come info@, marketing@, etc., quindi non rapportabili ad una singola rappresentanza e potenzialmente letti e utilizzati da più persone contemporaneamente.

Email Generiche e filtri Antispam

Nell’ambito dell’email marketing si è discusso a lungo dell’utilità e dell’efficacia delle spedizioni verso indirizzi di questo genere; per la normativa italiana sulla privacy  questi indirizzi non sono “dati personali”, per cui non è necessario il trattamento e lo specifico consenso.

Questo non significa che questi indirizzi possano essere contattati indiscriminatamente:
lo stesso Garante della Privacy dichiara:

22 Ott 2015

I grandi dilemmi dell'Email Marketing: "Ma io finisco in Spam?"

Non è facile accorgersi di avere un effettivo problema di spam, poiché la maggior parte dei filtri AntiSpam, quando blocca un messaggio, non fornisce motivazioni al mittente, o ne fornisce di molto generiche o fuorvianti.

In alcuni casi la classificazione come Spam avviene senza che vi sia nessun tipo di comunicazione al mittente, il caso più frequente è la consegna in posta indesiderata. Le grandi blacklist pubbliche (Spamhaus, Surbl, Uribl, Spamcop, Barracuda) possono essere una fonte di dati, ma bisogna tenere presente che vengono attivate solo su casi davvero eclatanti.

Mail inbox

È possibile anche ottenere informazioni circa la reputazione degli indirizzi IP di spedizione (Senderbase, Senderscore), ma anche in questo caso le segnalazioni scattano solo di fronte ad abusi conclamati.

05 Ott 2015

Gmail, Blocca utente e Annulla iscrizione: che impatto per l'email marketing?

Google ha rilasciato recentemente alcune piccole/grandi novità relativamente alla propria piattaforma email, sia nella versione web, sia per quel che riguarda la relativa app mobile.

Queste novità riguardano da vicino chi si occupa di Email-marketing; la prima novità, già presente da tempo nella versione web del servizio e ora disponibile anche nella app, riguarda la possibilità di annullare l’iscrizione ad una newsletter/mailing list direttamente dall’interfaccia, senza quindi dover cercare il link di disiscrizione, che spesso, sbagliando, viene relegato in fondo all’email o in posizioni poco visibili.

La novità non è di per se pericolosa o di un qualche danno per chi si occupa di email marketing: non ripeteremo mai a sufficienza la necessità di rendere visibile e chiara la possibilità di disiscrizione, per evitare che l’utente segnali come spam la missiva, ingenerando un danno ben più grave che quello del semplice abbandono.

21 Set 2015

Testare le newsletter prima dell'invio. Possibile?

Anche se nel costruire la newsletter abbiamo seguito tutti i consigli e le buone pratiche più recenti, al momento dell'invio saremo comunque attenagliati da mille dubbi: "Non avrò usato caratteri troppo grandi? Forse il subject contiene termini non graditi a qualche filtro? E se la mail viene riconosciuta come spam?".

È sicuramente possibile e consigliabile fare dei test prima degli invii reali, ma è importante comprenderne i limiti.

Letterbox

Uno degli “spam test” più comuni è il check effettuato dando in pasto l’email ad un popolare software AntiSpam, chiamato SpamAssassin.

11 Set 2015

Mosaico: il primo editor di email open source

Meno di sei mesi fa VOXmail ha lanciato la versione sperimentale e liberamente utilizzabile online del suo editor a blocchi MOSAICO.

Sicuramente non primo nel genere (BeeFree, EDM Designer, Free Email Editor hanno tutti una versione più o meno liberamente utilizzabile online), Mosaico presenta alcune peculiarità interessanti, come la possibilità di convertire template html esistenti per renderli editabili.

È di ieri la notizia che MOSAICO è stato rilasciato con licenza open source su GitHub: di fatto, a quanto ci risulta, è il primo editor email di questo livello completamente free software.
La mossa è sicuramente interessante e in parte inaspettata, la parte di editing è sicuramente uno delle feature core di chi offre servizi di invio email.

mosaico template email editor

07 Set 2015

Il Bollettino di EMB: newsletter di Email Marketing

In questi mesi Email Marketing Blog si è rinnovato e ha ampliato sensibilmente il proprio pubblico. 

Stiamo tentando di seguire con sempre maggiore attenzione il mondo dell'Email Marketing, che, nonostante qualche anno fa fosse stato dato più volte per morto, rimane ad oggi il canale di comunicazione digitale in grado di assicurare il maggiore ritorno di investimento.

La newsletter di EMB era in cantiere sin dall'inizio, ma per mille motivi fino ad oggi abbiamo tergiversato  (come da tradizione il calzolaio ha sempre le scarpe rotte), rimandando di mese in mese, anzi di anno in anno, il primo invio.

Newsletter

02 Set 2015

Fare AB-testing nelle tue email potrebbe danneggiarti...

L'AB testing è prassi assai comune nel mondo del marketing digitale, ed è utilizzata per valutare varianti delle landing page, degli annunci Adwords, di interi siti web.

Il funzionamento è piuttosto semplice: si creano due varianti dello stesso messaggio/contenuto/impaginazione, si misurano i risultati dopo un tempo ritenuto ragionevole, si sceglie la variante più performante.

AB Testing

Negli ultimi anni l'AB testing è diventato comune anche nell'email marketing: molte piattaforme offrono strumenti per eseguire test su porzioni del database, variando, nel caso più comune, l'oggetto della mail o altre caratteristiche, per poi eseguire il resto dell'invio con la versione che ha generato più aperture e/o click.

25 Ago 2015

Come funzionano i filtri Antispam?

I filtri AntiSpam utilizzano mix di differenti tecniche per poter identificare le email indesiderate. La tecnica del Blacklisting consiste nell’individuazione di liste di parole, domini o altre caratteristiche da utilizzare come filtro diretto: una mail passa o meno il controllo in base alla presenza di uno degli elementi della lista.

Filtri Antispam