22 Giu 2010

Hotmail wave 4: contro Google, lo spam e non solo

Hotmail Wave 4Non è una novità che Microsoft stia per lanciare la nuova versione dei suoi servizi "Live", tra i quali Hotmail, però credo valga la pena sottolineare un paio di punti che potrebbero interessare chi con l'email ci lavora, come noi.

Il sito di presentazione è interamente orientato alla comparazione con Gmail. Se teniamo in considerazione che Microsoft e Yahoo hanno firmato un accordo che prevede collaborazione su molti fronti e che dal fronte Webmail di Facebook a parte i rumors di qualche mese fa non è arrivato nulla di nuovo, non poteva essere diversamente.

Innanzitutto è "impressionante" quando sia stato semplificato il processo di "blocco" di un mittente. Con pochissimi clic, non solo è possibile cancellare tutte le email ricevute da un determinato mittente, ma anche bloccare qualunque futura email dello stesso mittente:

Hotmail sweep

Diventa quindi sempre più importante scrivere sempre contenuti rilevanti. Sono convinto, poi, che ai fini della reputazione sia molto più dannoso un utente che blocca un determinato mittente rispetto ad un utente che si disiscrive, e per questo motivo rendere chiare fin da subito le regole del gioco (cosa scriverete, ogni quanto lo farete) e agevolare la vita di chi vuole disiscriversi diventano sempre più fondamentali.

La seconda novità interessante è che ogni volta che un messaggio finisce in spam Hotmail ora ci fornisce una indicazione del motivo che ha fatto sì che la mail sia stata marcata come spazzatura. Nell'esempio che ho recuperato da questo screenshot (proveniente da uno dei video promozionali) si vede ad esempio un messaggio bloccato dal filtro "Microsoft SmartScreen". Sono curioso di vedere quali saranno gli altri motivi riportati.

Hotmail why Junk

Dal punto di vista del rendering ancora non ho letto nessuna anteprima, quindi dovremo aspettare per sapere se il nuovo hotmail avrà le stesse limitazioni dell'attuale, specialmente nel supporto dei CSS (temo di sì!).

Tra le novità ci sarà anche una nuova versione di Windows Live Mail, la versione desktop del client di posta. A prima vista sembra un prodotto molto più completo del precedente: vedremo se riuscirà a conquistare una fetta del mercato desktop o meno!

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.