L'importanza di chiedere l'inserimento in rubrica

Con un post intitolato "Le email importanti vincono sempre in Yahoo! Mail", Yahoo ha annunciato una nuova funzione nella sua popolare webmail.

In tutte le cartelle è stato inserito un link tramite il quale sarà possibile visualizzare le sole email provenienti da mittenti conosciuti, mittenti che sono nella rubrica dei nostri contatti. In questo modo, penso, Yahoo cerca di incentivare i propri utenti ad usare la rubrica poichè questo sistema permette ai filtri antispam di evitare il più possibile falsi positivi e permette a Yahoo di "allenare" i filtri antispam e aggiornare i dati di reputazione, cuore del sistema antispam.

Yahoo - visualizza i messaggi dei soli contatti

Nella versione italiana questa funzione non sembra ancora presente.

Quale migliore occasione per ricordarvi che è fondamentale cercare di riuscire ad essere inseriti nelle rubriche di coloro ai quali scriviamo?

E' quindi importante:

  • scrivere sempre dallo stesso indirizzo email (cambiare ogni volta significherebbe perdere eventuali "vantaggi" acquisiti)
  • utilizzare un indirizzo email funzionante ed incentivare l'inserimento in rubrica e l'uso di tale indirizzo per comunicare con l'azienda: assolutamente da evitare l'uso di poco estetici indirizzi "noreply@azienda.it" che comunicano l'incapacità di ascolto dell'azienda e fanno sentire il ricevente vittima impotente e non interlocutore.
  • in fase di iscrizione, sia nel modulo di iscrizione che nel messaggio di opt-in, aggiungere un paragrafetto per segnalare all'utente che per assicurarsi che i nostri futuri messaggi non vengano bloccati è importante che aggiunga il nostro indirizzo in rubrica.

 

Inserisci un commento

Informazioni sull'autore della segnalazione

Re: L'importanza di chiedere l'inserimento in rubrica

si, c'è proprio bisogno di una rubrica,. Grazie. Laughing out loud

Lo sponsor

logosmall.png

Questo blog è supportato da VOXmail, servizio di email marketing low cost

Iscrizione newsletter

Iscriviti tramite Facebook
... oppure inserisci i tuoi dati:

L'indirizzo al quale desideri ricevere le newsletter.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)

Unpromoted

30/06/2015 12:40

L'acquisizione da parte del colosso dell'hosting statunitense GoDaddy di MadMimi, promettente e frizzante competitor di Mailchimp, avvenuta nell'agosto 2014, ha avuto l'esito che molti si aspettavano: GoDaddy lancia un servizio di invio email dedicato alla piccola e media impresa, integrandolo al suo servizio Website Builder.

L'intera operazione è costata a GoDaddy qualcosa come 45 milioni di dollari, per un'azienda da 250.000 clienti, che dichiarava all'epoca circa 50 milioni di email al giorno. (continua ...)

04/05/2015 10:05

Il 2015 non aveva ancora dato segno di movimenti societari degni di nota nel mondo dell'email marketing, ma è notizia di pochi giorni fa la conferma dell'acquisizione di Bronto.com da parte di NetSuite, per la rilevante cifra di 200 milioni di dollari.

Bronto è stata fondata nel 2002 e conta attualmente più di 200 dipendenti; nata come piattaforma di email-marketing, ad oggi si definisce "Marketing Platform for Commerce" ed è sicuramente uno dei player di riferimento per il mercato statunitense.

Netsuite annuncia l'acquisizione nell'ambito di una integrazione del proprio servizio cloud di "commercio multicanale", andando ad aggiornare la propria offerta con il ricco panorama di marketing automation offerto dalla piattaforma di Bronto.

Zach Nelson, CEO di NetSuite, dichiara: (continua ...)

30/12/2014 19:44

Dal 12 dicembre 2014 i server mail degli indirizzi email forniti da Apple (@icloud.com, @mac.com, @me.com) hanno cominciato a rifiutare svariate email.

Dopo qualche test ho verificato che l'errore era il seguente:

550 5.7.1 Success delivery receipts not accepted: emailaddress@domain

Fatte un po' di ricerche su Google non ho trovato informazioni e quindi mi sono messo a fare prove per scoprire che i mail server di Apple forniscono quell'errore in risposta al comando RCPT TO nel caso venga passato l'attributo NOTIFY con un valore che contenga il valore SUCCESS. (continua ...)

Login utente